Le radici, stando bene attenti, sono le storie che ci raccontano: che raccontano a noi e di noi raccontano, che noi raccontiamo.
Esse rappresentano il nostro futuro, pur rappresentando il passato e nutrendosi del presente, e vanno verso esso.
Rappresentano l’innovazione e l’originalità.
Vanno verso il futuro perché altrimenti nemmeno esisterebbero.
Le radici sono progetto.
Sono memoria e futuro, memoria di futuro.

Stiamo arrivando.
Vi aspettiamo a Macomer il 19, 20, 21 e 22 maggio 2016

 Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *